YupplaCraft – Calendario Perpetuo Home Made


Ciao a tutti,

oggi per il Blog di YupplaCraft vi mostro come ho realizzato il calendario perpetuo del post cumulativo di Gennaio 2018 dedicato al tema calendario.

E’ interamente progettato e realizzato a mano, non è una scienza ingenieristica ma tutto va calcolato a dovere per fare in modo che i pezzi si incastrino correttamente.

Da dove sono partita? Dalle misure dei cubi e dei parallelepipedi.

Per fare in modo che la struttura funzioni bisogna scegliere una misura che sia di visibile per 3 in quanto bisogna realizzare 2 cubi e 3 parallelepipedi ed i 3 parallelepipedi devono stare sotto ai 2 cubi e il tutto deve combaciare. Per questo motivo ho deciso di realizzare i cubi di 6×6 cm ed i parallelepipedi di 2x2x12 cm. Le alette per l’incollaggio le ho fatte tutte di 1 cm, poi se durante l’assemblaggio risultassero leggermente lunghe si sta poco a tagliarne un pezzetto direttamente con la forbice.

Ecco gli schemi per realizzare cubi e parallelepipedi.

Parliamo subito, prima di continuare con il resto della struttura, di come indicare mesi e numeri sui parallelepipedi e cubi.

Mesi (da indicare sui tre parallelepipedi):

niente di complicato

Primo – Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile

Secondo – Maggio, Giugno, Luglio, Agosto

Terzo – Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre

Giorni/Numeri (da indicare sui cubi):

Primo – 0, 1, 2, 3, 4, 5

Secondo – 0, 1, 2, 6/9, 7, 8

Prima di trovare un post dove mi spiegavano come mettere i numeri mi ero un attimo persa, ragionavo sul fatto che per fare il giorno 11 e 22 ci volessero due volte il numero 1 e due volte il numero 2 ma non avevo ragionato sullo 0 che, anche se non lo troveremo esposto due volte, serve si per fare il 10, 20 e 30 ma ancora per tutti i numeri dallo 01 allo 09, quindi dovevo averlo su entrambi i cubi. Potevo arrivarci subito senza tanti drammi e ragionamenti che il 6 ed il 9 possono essere usati con la stessa facciata capovolta. Per questo motivo, quando scrivete i numeri sulle facciate, scrivete un 6 che possa diventare un nove e viceversa.

Decorate le facciate dei cubi come più vi piace, volendo potreste anche utilizzare i numeri in cartonlegno di YupplaCraft, ci sono due opzioni: I numeri del Calendario dell’Avvento o quelli presenti nell’Alfabeto.

Bene, ora che i cubi sono completati, possiamo passare alla preparazione della struttura.

Bisogna ragionare sul fatto che tutti i giorni bisogna estrarre i cubi per variare il giorno e quindi le misure non possono essere troppo limitate ma bisogna lasciare un po’ di lasco per consentirci farlo.

I due cubi allineati misurano 12 cm, dobbiamo anche valutare che i lati dei cubi essendo di carta si possono un po’ incurvare per cui decido di fare una base di 13 cm.

Per quanto riguarda la seduta devo considerare solo la profondità dei cubi (6 cm) e decido di lasciare sempre un margine di 1 cm per cui la misura finale della seduta sarà 7×13 cm.

Per lo schienale dobbiamo invece considerare la sovrapposizione dei cubi ai parallelepipedi per cui 2 cm il parallelepipedo, 6 cm il cubo, 1 cm di margine che danno una misura finale dello schienale di 9×13 cm.

Lo spessore della scatola che si verrà a creare è di 2 cm che nella struttura di seduta e schienale troviamo sul lato destro e sinistro e sopra e sotto. In questo caso abbiamo bisogno delle linguette di incollaggio solo sopra e sotto (sempre di 1cm) in quanto i lati saranno ricoperti interamente e sfrutteranno le linguette di incollaggio dei lati di contenimento della struttura che vi spiegherò tra poco.

Ed ecco lo schema di taglio del corpo della scatola:

Ultimi ma non meno importanti i lati della scatola ed il fondo.

Come accennato, i lati copriranno interamente la superficie. In questo modo diamo più stabilità alla struttura e risolviamo il problema del buco che si viene a creare in fase di piega del corpo centrale (tra i 7 ed i 9 cm per intenderci – vedi schema del corpo). Se il corpo ha come misure 7 e 9 cm per seduta e schienale e aggiungiamo i 2 cm dello spessore della scatola, la misura del lato sarà 9x11cm avendo l’accortezza di creare anche le linguette di incollaggio solo su due lati (il fondo ed il retro) che ho realizzato sempre di 1cm.

Stesso ragionamento per il fondo 9 + 11 cm per la lunghezza e 13 cm per la larghezza.

 

 

 

Ora non resta che assemblare il tutto e decorare come meglio credete.

Per dare maggiore stabilità alla struttura, ho usato il retro in compensato di una cornice 15×15 che avevo scartato da un altro progetto, l’ho rivestito di carta patterned e l’ho incollato dietro alla struttura, utilizzando la parte superiore per fare tutte le decorazioni.

I lati del mio calendario alla fine li ho stondati perché dritti non mi piacevano ma voi potete piegarli, fustellarli o come meglio la fantasia vi suggerisce.

Per il mio ho usato le foglie e le paroline (qui ci si può sbizzarrire).

Spero che la spiegazione sia stata chiara ed esaustiva altrimenti non esitate a chiedere e sarò lieta di darvi altri suggerimenti per la realizzazione del vostro calendario perpetuo.

Vi lascio con un po’ di foto della prepazione…

Questo slideshow richiede JavaScript.

A presto con una nuova ispirazione.

Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *