YupplaCraft – Un altro portachiavi steampunk by YupplaCraft


Ciao a tutti,

sono Claudia ed oggi vi propongo un altro portachiavi in stile steampunk con i prodotti YupplaCraft.

Stavolta come base al posto che usare la tag di YupplaCraft sono partita da un pezzo di cartone telato che ho tagliato a mano ed ho stressato ai bordi con il distressing tool per rendere questa tag un po’ più grezza. Ho fustellato su un cartone vegetale la sagoma di un’orologio da taschino.

Come per l’altro portachiavi ho provveduto a ricoprire interamente le due sagome con del gesso acrilico nero; la tag sia fronte che retro mentre l’orologio solo fronte e il bordo.

Ho collocato gli ingranaggi di metallo tenendo in considerazione la posizione che avrebbe avuto l’orologio da taschino giocando con le forme e le dimensioni per creare qualcosa di armonioso.

Questa volta al posto che usare solo gli ingranaggi di metallo ho usato anche gli ingranaggi YupplaCraft come potete vedere nelle foto di seguito. A differenza degli ingranaggi di metallo quelli YupplaCraft posso essere tagliati e quindi mi ha consentito di metterne solo metà dove l’ingranaggio intero sarebbe stato eccessivo. Per aggiungere significato alla creazione ho aggiunto all’interno di un ingranaggio la forma di una zampina di cane sempre di un kit YupplaCraft.

Ho ricoperto tutto con il gesso nero ed una volta asciutto ho spazzolato pochissimo gesso bianco con un pennello asciutto per fare un gioco di luci ed ombre sul portachiavi. La tag è stata precedentemente forata con la big bite e con lo stesso strumento ho applicato un eyelet grigio scuro metallizzato.

Per colorarlo stavolta oltre alla cera metallizzata blu, come utilizzata nel precedente portachiavi, ho usato anche un colore spray metallizato di una tonalità di blu differente.

In ultimo ho aggiunto un sentiment di metallo che ho sporcato con gli stessi colori che ho usato per la tag.

Non ho ancora deciso che tipo di gancio userò per appenderci le chiavi ma sono proprio soddisfatta del risultato.

Ed ecco il progetto finito.

Spero che questa creazione vi sia d’ispirazione. Al prossimo post.

Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *